«

»

Lug 05

Lago Maggiore

Circolo del ticino

                   Lugano, 3 luglio 2017

Comunicato stampa

 

Da una settimana i lavoratori della Navigazione del Lago Maggiore, nel bacino svizzero, sono in sciopero contro il loro licenziamento, comunicatogli a partire dal 2018.La loro lotta per il lavoro  li accomuna all’ansia ed alla paura, che percorre masse enormi di occupati del mondo occidentale.Alla loro ansia ed alle paure le istituzioni non possono rispondere nella maniera semplicistica come quella che è stata proposta, di organizzare la loro sostituzione, con altri lavoratori. I sindacati di ambo i territori (italiano e svizzero) più che alla concorrenza , sono chiamati al tavolo del dialogo per dipanare la matassa, che in questo momento vede perdenti solo numerose famiglie.Si sta giocando una partita delicatissima, che può minare il futuro dei rapporti di buon vicinato in un terreno, quale quello del lavoro, sempre più delicato e fonte di problemi in particolare nelle aree di confine.Il partito democratico ticinese, che segue da vicino la trattativa, assieme alla federazione svizzera richiama le parti affinché trovino una soluzione la ricomposizione della problematica.

Segreteria amministrativa: Badenerstrasse  18, 8953 Dietikon. Phone 044 740 15 17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>