Segretario

MICHELE SCHIAVONE

Nome: Michele Schiavone
Data di nascita: 18 aprile 1960
Sposato con Angela Ciraci, padre di Yanek Vincenzo e Ismène Teresina
Origine regionale: Puglia, Fasano di Brindisi, Campania, Sanza in provincia di Salerno
Partito di riferimento: PD (segretario nazionale svizzero)
Studi: Traduzione interprete (San Gallo , Svizzera)
Professione: Lavora presso istituto bancario in Svizzera

Direttore della rivista Realtà Nuova, pubblicista: ha diretto per 17 anni “La pagina italiana” nel quotidiano Thurgauer Zeitung, è responsabile della trasmissione radiofonica in lingua italiana di Radio Thurgau e di un programma televisivo nella prima televisione privata svizzera “Tele Diessenhofen”. Ha pubblicato diversi libri sull’emigrazione italiana nella Svizzera orientale.
Fin da giovane si è sempre interessato alla politica, partecipando attivamente alle iniziative del movimento studentesco nei primi anni del liceo scientifico a Potenza. Ha aderito al PCI e successivamente al PDS ed ai DS della Federazione in Svizzera facendo una straordinaria ed irripetibile esperienza assieme ai lavoratori italiani, approfondendo le diverse vicende della dura vita dell’emigrazione italiana in Svizzera. Quest’esperienza educativa lo ha spinto ad impegnarsi nella lotta per i diritti civili in senso lato. Da qui l’incontro con le figure più interessanti del mondo culturale, politico, sindacale e del mondo del lavoro italiano in Svizzera, a cui è particolarmente legato, e la successiva scelta di vita, che lo ha portato, tra l’altro, a rappresentare la comunità italiana nel Comitato per gli italiani all’estero (Comites) di San Gallo e nel Consiglio Generale degli italiani all’Estero (CGIE) dal 2004.
Segretario generale del rinnovato CGIE, eletto dall’assemblea plenaria del marzo 2016, svolge da anni un ruolo importante per la comunità italiana all’estero facilitando l’integrazione, l’accoglimento e la partecipazione alla vita delle comunità locali, e assicurando la tutela dei diritti degli italiani all’estero mantenendo quell’identità culturale e linguistica di cui l’organismo è grande promotore.
La politica l’ha portato ad assumere responsabilità di rilievo a livello locale, nazionale ed europeo prima nel PCI, successivamente è stato artefice delle trasformazioni del PDS, dei DS ed infine della recente storia del Partito democratico in Svizzera favorendone i rapporti con le forze politiche e sindacali del paese. Meridionalista convinto è fautore del processo d’integrazione europea dei cittadini e delle istituzioni del vecchio continente.